Picture of Luca Galfo

Luca Galfo

7 consigli per freelance

Diventare freelance è un desiderio molto ambito, ma che presenta tanti lati negativi, più di quanti ce ne aspettiamo.

È molto facile sbagliare, perdere la motivazione ed imbattersi in tanti altri errori.

Per questo voglio lasciarti 7 consigli fondamentali se sei un freelance:

1) Crea un fondo di emergenza

Ovvero una somma di denaro che copre il tuo stile di vita per circa 3-6 mesi, questa ti aiuterà a vivere più tranquillo e nei momenti di difficoltà poterne usufruire.

I freelance, non hanno entrate fisse, quindi può capitare alcuni mesi di fatturare meno, questo fondo di emergenza sarà una manna dal cielo in questi periodi un po’ più bui.

2) Scegli un buon commercialista

Molti iniziano scegliendo il commercialista più economico, questo può farti risparmiare qualche soldo all’inizio, però te lo sconsiglio alla grande.

Devi avere un commercialista che ti segue, ti da i migliori consigli per il tuo caso specifico e ti fa stare sereno.

Un buon commercialista ti insegnerà il metodo per calcolare quante tasse dovrai pagare, così che tu possa metterle già da parte e non arrivare al momento del pagamento con qualche sorpresa.

3) Metti via i soldi per le tasse

Sapere quante tasse pagherai su ogni fattura che incassi, è veramente fondamentale, perché ti permette di mettere via quei soldi e di vivere con il restante.

Se agisci a caso, potresti vivere al di sopra delle tue possibilità e trovarti poi in difficoltà.

4) Crea un forte personal brand

Prima inizi, prima raccogli i frutti, al giorno d’oggi senza un forte personal brand è molto difficile andare avanti.

5) Testa l’elasticità al prezzo

Conosco molti freelance che nonostante abbiano grandi competenze, si fanno pagare poco.

Sia perché hanno delle credenze limitanti sul denaro, ma anche perché hanno paura che il potenziale clienti rifiuti.

Per esperienza personale, se tu reputi di grande valore il tuo servizio, le persone saranno disposte a pagare tanto.

Testa fino a quanto puoi spingerti, alza i tuoi prezzi, la fuori ci sono persone disposte a pagare migliaia di euro.

6) Riposati

Si diventa freelance per migliorare la qualità della vita, ma spesso si finisce col peggiorarla, lavorando tutto il giorno, dalla mattina alla sera.

Ci sono passato pure io, per mesi, andando in bornout più volte.

Invece per creare qualcosa di sostenibile nel tempo, bisogna prendersi delle pause e godersi la vita.

7) Crea un network di colleghi

Creare una cerchia di conoscenze per un freelance è fondamentale, a dir la verità è stata una delle cose migliori che io abbia fatto quando ho iniziato il mio percorso.

A distanza di anni, adesso mi trovo un ottimo network di colleghi a cui posso delegare determinati lavori e loro possono delegarmi i loro.

Ma non solo, è utile anche per condividere esperienze, novità, ma soprattutto momenti di stress, perché sicuramente ti capiscono.

Spero che la tua vita da freelance da questo momento in poi sia migliore rispetto a qualche minuto fa.

LUCA GALFO
luca galfo instagram e funnel expert

Sono un Instagram e Funnel Expert e ti aiuto a lanciare il tuo progetto con successo, grazie anche a percorsi (funnel), strategie di lancio ed automazioni.

newsletter

Ricevi periodicamente contenuti rilevanti sul mondo del marketing, funnel, business, automazioni e strategie digitali ed accedi subito al super bonus: la mia masterclass gratuita su com lanciare prodotti e servizi che generano migliaia di euro.

Logo LG Luca Galfo Social Media Manager

Luca Galfo
Instagram e Funnel Expert

Informazioni